Superbonus 110% e Fotovoltaico: tutte le novità

Tra le modifiche apportate alla Legge di Bilancio, importanti novità in ambito di Superbonus 110% e Fotovoltaico. Ecco chi può usufruire delle agevolazioni, edifici beneficiari e proroghe alle scadenze

 

Nelle scorse ore, il Governo Draghi ha sciolto la riserva in merito alle modifiche apportate alla Legge di Bilancio, in fatto di sostentamento energetico. Si tratta di scelte orientate alla nuova green economy del Paese, in ottica di sostenibilità ambientale e sempre più elevato risparmio di energia.

Tra le novità, trovano il loro posto le modifiche in ambito di Superbonus 110% e suo rapporto con il fotovoltaico. Per coloro che ne avranno diritto, è prevista una detrazione del 110% sull’installazione di un sistema solare con bacino di accumulo. Si tratta di un particolare tipo di impianto, in cui una serie di batterie e bacini di raccolta permettono all’energia solare prodotta dai pannelli di andare in stoccaggio, senza essere immediatamente utilizzata. In questo modo, l’accumulo di energia durante il giorno è ben più elevato, in quantità necessaria per garantire lavorio elettrico anche nelle ore serali e notturne quando il sole è ormai calato.

I limiti fissati dal Decreto Rilancio impongono la validità di utilizzo dell’intero bonus (l’aliquota del 110%) per tutte quelle situazioni in cui sono associati interventi di efficientamento energetico trainanti come realizzazione di cappotti termici e pompe di calore. Qualora non fossero inclusi gli interventi sopra indicati, il fotovoltaico con accumulo resta valida la detrazione del 50%.

Quali soggetti possono usufruire delle agevolazioni

È il Decreto Rilancio a sancire quelli che saranno i soggetti beneficiari del Superbonus 110%: “Le persone fisiche al di fuori dell’esercizio dell’attività di impresa, arti e professioni, i condomìni, gli Istituti Autonomi case popolari, le cooperative di abitazione a proprietà indivisa, le Onlus, le associazioni e attività sportive dilettantistiche”.

Per tutti questi soggetti, la Legge prevede anche sconto in fattura o cessione del credito per entrambe le categorie di detrazione al 110 e 50%.

Superbonus Fotovoltaico

Gli edifici che potranno beneficiare del Superbonus 110%

Allo stesso modo, il Decreto Rilancio sancisce una linea ben precisa di quelli che saranno gli edifici che potranno rivendicare le agevolazioni. Ne rientrano in termini detrattivi, gli edifici residenziali unifamiliari, in parole povere le abitazioni di famiglia; condomìni per i quali il Superbonus è fruibile nelle parti comuni, come intervento trainante o trainato; le singole unità immobiliari, ma anche gli edifici con più unità immobiliari (da 2 a 4), accatastate indistintamente, con un unico proprietario o in comproprietà (es. bifamiliari). Infine ne potranno usufruire anche le unità immobiliari residenziali funzionalmente indipendenti, con uno o più accessi autonomi.

La proroga sulle scadenze del Superbonus 110%

Per quanto resta valido il Superbonus fotovoltaico? Come annunciato dal Governo, le agevolazioni restano valide per spese riconosciute come effettuate dal 1 luglio 2020 al 30 giugno 2022. Al contrario, condomìni e edifici con più unità familiari, con catasto distinto e unico proprietario o in comproprietà, mantengono come ultima scadenza il 31 dicembre 2022, con l’unico limite che entro il 30 giugno 2022 sia terminato almeno il 60% dell’intervento complessivo.

Continua a seguirci sul nostro sito ufficiale Artech, per rimanere aggiornato su tutte le news.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *