Ti sei deciso a ristrutturare casa, e vorresti avere un’idea dei passaggi da seguire?
Sei nel posto giusto.

Solamente rispettando le normative, e affidandoti ad un’impresa seria e competente, potrai realizzare la casa dei tuoi sogni.

Un’abitazione che sia funzionale per le tue esigenze, e che ti permetta di risparmiare in termini di consumi.
Progettazione, demolizione, ristrutturazione, abitabilità: sono queste le quattro fasi che ogni progetto dovrebbe seguire, e che coinvolgono ciascuna professionisti formati.

Ristrutturare casa: i professionisti coinvolti

Quando si sceglie di ristrutturare casa, è necessario affidarsi ad un professionista (geometra, architetto, ingegnere) che faccia da “coordinatore” per tutto il progetto: sarà lui ad occuparsi dei sopralluoghi e della relazione tecnica, della definizione di ogni intervento, della previsione del costo con la stesura del capitato con tutte le voci specifiche per ogni singola lavorazione e della presentazione al Comune della documentazione richiesta.
A supporto, vi è tutta la squadra di professionisti capaci di tradurre quel progetto in realtà: muratori, idraulici, elettricisti, falegnami, imbianchini.
In alternativa è possibile affidarsi ad una ditta edile specializzata in edilizia completa, come noi Artech Edilizia Completa Srls , che costantemente aggiornata su tecniche e normative, può realizzare ristrutturazioni chiavi in mano di case e appartamenti dandovi una mano nello sviluppo del progetto ed usufruire delle detrazioni fiscali sulle ristrutturazioni in vigore a tutto il 2020 e anche dell’aliquota I.V.A.10% per ristrutturazioni e manutenzioni.

Ma quali sono le fasi di una ristrutturazione?

In primis viene allestito il cantiere, cui segue l’inizio dei lavori. A seconda dello stato dell’immobile, si procederà con il rifacimento degli impianti, la ristrutturazione della singola stanza, la demolizione dei muri, il rifacimento dell’intera abitazione.
Quando i lavori sono finiti, si passa allo smaltimento dei rifiuti e dei detriti (come previsto dalla normativa), allo smontaggio del cantiere e alla pulizia dei locali. A quel punto la casa è pronta per essere arredata e, infine, abitata.

Dopo che il professionista avrà redatto il documento di conformità al progetto e avrà comunicato al Comune la fine dei lavori.
Per semplificare potremmo :

  1. Appuntamento e sopralluogo
  2. Ispezione accurata per la scelta dei tipi di isolamento
  3. Verifiche statiche
  4. Studio di fattibilità ,Progettazione e scelta dei materiali
  5. Preventivo
  6. Esecuzione Lavori
  7. Pulizia del cantiere
  8. Certificazione e comunicazione al Comune della fine lavori.
  9. Se nella ristrutturazione sono state apportate modifiche ai tavolati o aperture, redigere la nuova scheda catastale.

 

[vc_single_image image=”3422″ img_size=”1200″]

Non è ovviamente possibile fornire un costo standard a chi deve ristrutturare casa. Tutto dipende dallo stato dell’immobile, dalla sua grandezza, dai lavori di cui necessita e dalle esigenze di chi quella casa dovrà abitarla.

Tuttavia, si possono stimare delle percentuali. A pesare di più sono la manodopera e il costo di forniture e materiali: la prima incide per circa il 45% (ma molto dipende dalla zona dell’immobile, ed è inoltre possibile dilazionare il pagamento), il secondo per il 40%. Il restante 15% è invece da attribuirsi al costo del professionista e degli adempimenti burocratici.
Inoltre, bisogna considerare che ci sono diverse agevolazioni previste da chi sceglie di ristrutturare casa.
Fino al 31 dicembre 2020, è possibile detrarre il 50% della spesa fino a un massimo di 96.000 euro; la detrazione avrà luogo in 10 dieci anni. Chi esegue lavori di ristrutturazione, e compra nuovi arredi, può usufruire anche del Bonus mobili: la percentuale detraibile è del 50% anche in questo caso, ma fino ad un massimo di 10.000 euro. Infine, l’Ecobonus: chi effettua interventi volti al risparmio energetico può usufruire di una detrazione del 50% o del 65% (a seconda delle migliorie apportate), fino ad un massimo di 100.000 euro. (link)[/vc_column_text][items_list additembutton=””]

Ristrutturare casa: gli interventi più richiesti

Tra gli interventi più richiesti da chi deve ristrutturare casa vi sono quelli volti al risparmio energetico:

Inoltre, si può realizzare un’abitazione che sia davvero su misura delle proprie esigenze e che risponda ai propri sogni.
Insomma se si sceglie di intervenire su un immobile, saper capire se le idee del committente sono realizzabili sia tecnicamente che economicamente, le analisi non possono essere condotte in modo superficiale.

In Lombardia solo nel 2018 sono oltre 8 i miliardi di euro portati in detrazione e gli incentivi fiscali hanno superato i 28 milioni di euro che hanno riguardato circa 100.000 interventi di ristrutturazione edilizia civile con la messa a norma e l’introduzione di moderne tecnologie mirate al risparmio energetico quindi a ridotto impatto ambientale e aumento sensibile della sicurezza.
La Lombardia si attesta al primo posto in Italia per numero di interventi, a più del doppio rispetto la seconda regione che è L’Emilia Romagna.
Artech è sempre più attenta in questo settore e punta decisamente a divenire uno dei più affidabili attori della regione Lombardia, continuando a studiare modelli abitativi funzionali, pratici, green (eco-friendly) e che consentano nel medio periodo il recupero degli investimenti attraverso un maggior risparmio energetico ed un aumento della qualità della vita dei suoi abitanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *